Telefono Azzurro Fans Wiki
Advertisement

La pedofilia eterosessuale uomo-bambina è il termine che descrive la pedofilia eterosessuale che interessa un uomo con una bambina. Esempi storici possono essere considerati Indro Montanelli, Roman Polanski, Charlie Chaplin e Muhammad (fondatore dell'Islam) con Aicha (secondo tradizione non completamente certa sposata a 10 anni, matrimonio consumato a 15 anni [1]), anche se nei paesi medio-orientali ed africani la distinzione tra bambine e donne è considerata la prima mestruazione (sui 12 anni). Inoltre in generale il passaggio alla età adulta è variabile in relazione alla speranza di vita e l'Arabia del 600 d.C. non aveva una vita media molto alta. Quindi per questioni di identificazione legale e tradizionale dell'età adulta e per motivi storici, il caso Muhammad-Aicha è dubbio. C'è da dire che la linea islamica in fatto di pedofilia è quindi di rifiuto totale nei casi di incesto, pedofilia omosessuale e di pedofilia eterosessuale donna-bambino, parziale per la pedofilia eterosessuale uomo-bambina, in quanto se avviene al di fuori del matrimonio l'Islam la considera una violenza inaccettabile. Inoltre bisogna considerare che oggi, con la speranza di vita raddoppiata in arabia (da 45 anni nel 600 d.C. a 90 anni oggi), in proporzione è come se Aicha avesse oggi 20 anni nel momento del matrimonio. Nell'Islam gli uomini sono teoricamente autorizzati da Dio a sposare fino a quattro donne, ma oggi questo è molto raro e in pratica i musulmani sono quasi tutti monogami: analogamente si potrebbe dire che l'usanza delle spose bambine era tipica delle società tribali dell'Arabia del 600 d.C. ma che oggi è anacronistica e superata nei paesi musulmani tecnologicamente ed economicamente più avanzati. D'altra parte sembra che anche Maria venne data in sposa a 12 anni a Giuseppe e non per questo oggi nei paesi occidentali si avalla la pratica del matrimonio precoce. Per finire, vi sono studiosi musulmani che sostengono che i dati riguardanti l'età di Maometto e di ʿĀʾisha siano contraddittori e che ʿĀʾisha poteva essere d'età alquanto maggiore. In particolare la studiosa Ruqaiyyah Waris Maqsood, incrociando diverse fonti autorevoli, giunge alla conclusione che ʿĀʾisha avesse un'età compresa tra i 14 e i 24 anni, probabilmente 19, al momento del matrimonio. Questa ipotesi è congruente col fatto che, secondo il più antico e più autorevole biografo del profeta Maometto, Ibn Ishaq, ʿĀʾisha era "nata nella Jāhiliyya", vale a dire prima del 610, e che le tradizioni sull'età di 9 anni di ʿĀʾisha provengono tutte da Hisham ibn 'Urwa, sulla cui affidabilità molto si discute tra gli stessi studiosi di ḥadīth, specialmente per quelli di provenienza irachena, sottilmente ostili ad ʿĀʾisha, senza trascurare il fatto che, secondo lo storico Ṭabarī, ʿĀʾisha sarebbe stata fidanzata addirittura prima del 610 a Jābir ibn Muṭʿim ibn ʿAdī, figlio di Muṭʿim ibn ʿAdī, capo del clan meccano dei Banū Nawfal.

Note[]

1^ Abdul Wahid Hamid, I Compagni del Profeta (vol I), Edizioni Al Hikma, cap.30, pag.191